Osservatorio Aiuti di Stato

Normativa: la SAM

LA STATE AID MODERNISATION (SAM)

La Commissione Europea l'8 maggio 2012 (vedi Comunicazione) ha deciso di varare una grande riforma del diritto europeo degli aiuti di Stato, che comporterà la riscrittura di praticamente tutti i Regolamenti vigenti in materia.

Tre gli obiettivi che la Commissione si è prefissata:

  1. rilanciare la crescita nel Mercato Interno;
  2. concentrare i controlli sugli aiuti più importanti;
  3. semplificare regole e procedure.

Visita la pagina della Commissione  dedicata alla SAM.

Vedi le slide dell'intervento del Dott. Pesaresi, della DG Concorrenza della Commissione, al nostro ultimo evento.  


LA VALUTAZIONE EX POST DEGLI AIUTI

Esistono due tipologie di valutazione degli aiuti di Stato, quella ex ante e quella ex post.

La valutazione ex ante consiste nella verifica della legittimità e opportunità dell'aiuto.

La valutazione ex post consiste nella verifica che l'aiuto abbia raggiunto gli scopi per cui era stato concesso senza avere un impatto eccessivo sul mercato.

La valutazione ex ante è obbligatoria ed è compiuta in modo sistematico dalla Commissione.

La valutazione ex post non è obbligatoria ed è ancora a uno stadio embrionale. Non vi è pertanto la certezza che le risorse pubbliche impiegate negli aiuti non vengano sprecate.

Nell'ambito della SAM la Commissione intende cambiare questo stato di cose, introducendo dei meccanismi di valutazione ex post in gran parte ancora da definire.

L'Osservatorio Europeo sugli Aiuti di Stato ha partecipato, tramite la Regione del Veneto, al progetto OSAIS - Observatory on State Aid Impact, finanziato dalla Commissione.

Grazie agli ottimi risultati di questo progetto, l'OEAS è stato invitato dalla Commissione a partecipare alla consultazione in corso sulla valutazione ex post degli aiuti di Stato.

Vedi:

- sito ufficiale del progetto OSAIS;

pagina della consultazione sul sito della Commissione;

- nota della Commissione - novembre 2014.